Thera nell'isola di Kallisti, l'Etna e il Vesuvio.....

Ci sarà un unico filo conduttore fra questi tre vulcani?

E certo che sii!...non solo uno! La nostra Associazione culturale "Amanti delle isolette della Grecia" ha sede alle falde del Vesuvio, il protagonista di questo racconto è siciliano con il suo vulcano Etna e vive a Kallisti...! Ma il filo conduttore non è solo quello geologico, ma naturalmente l'etimologia dei popoli che hanno imparato a convivere con questi fenomeni naturali che incutono paura, ma tutto viene dimenticato se si pensa a quanta maestria è dotata la natura nel regalare paesaggi incantati, proprio come è capitato a Kallisti, dominata da quel vulcano sottomarino tanto violento e pauroso che fu protagonista dell'eruzione più violenta che la terra abbia mai assistito, ma al contempo fu creatore di una scenografia naturale di bellezza unica.

Kallisti è la Santorini di oggi! ( E' cosi che la chiamavano gli antichi, i poeti, gli scrittori Greci del passato  fondatori della cultura che rimasero incantati da quel piccolo arcipelago a estremo sud delle Cicladi al punto da battezzarlo col nome "Kallisti" "la più bella" )

Quindi per Gianluca Chimenti, siciliano doc, non è stato difficile adattarsi ad una tipologia di vita isolana che offre Kallisti, quella vita isolana ricca di valori tramandati nel tempo e ricchi di semplicità, e che oggi cerca di raccontare anche attraverso il suo lavoro.

Oggi isola famosa in tutto il mondo, Santorini, è meta di milioni di turisti.

Per molti è l'isola dalle cupole blu, l'isola delle coppie, l'isola "senza mare"... per me è molto di più, ....è Casa mia, racconta Gianluca.

Soltanto con gli occhi di un nativo si può capire fino in fondo il carattere e la vera identità di quest'isola, non soltanto spiagge vulcaniche variopinte con tonalità che variano dal rosso al nero passando per il bianco, non solo Oia e la Caldera, ma bensì un insieme di villaggi ancora oggi pittoreschi, legati alle tradizioni nonostante il turismo.

Arte, storia, miti e leggenda accompagnano la storia di luoghi come Pyrgos ,sovrastato dalle rovine del castello Veneziano, i vicoli fioriti di Megalochori e Emporio dove suonano dolci le corde del "bouzouki" alternate alle campane, arricchiti da quelle case che un tempo furono dimore di famosi commercianti, di capitani, di armatori del passato che solcavano le onde esportando le materie prime vulcaniche verso terre lontane. Santorini è molto di più del bianco e blu di Oia, Santorini è il blu intenso del mare che si apre davanti agli occhi di ogni turista al Faro ad ammirare il tramonto scomparire all'orizzonte,  sono le mille sfumature di rosso e arancione nel cielo, sono le chiesette private nascoste fra le calette naturali, è la vecchia Thira, città spartana risalente al 1000 a. C., sono le lanterne che illuminano un'isola intera a Pasqua, è Akrotiri la città antica, culla della civiltà Minoica che risiedeva sull'isola intorno  1600 a. C. e aveva raggiunto uno sviluppo tale (ancora oggi percepibile e visibile) da essere accostata al mito di Atlantide.

Gianluca spera di poter trasmettere la sua Santorini,  quella che ha conosciuto e amato grazie a sua moglie nativa di Santorini, ai racconti di chi ha vissuto le eruzioni del 39, del 50 e il terremoto del 56... e far capire perché ancora oggi viene ricordata con il nome "Kallisti", la piu bella. Noi dell'associazione non possiamo solo che ringraziarti!


Med Shore T&T Santorini

Ns. Referente Gianluca Chimenti

info@medshoretours.com

00306980225751

Telefono, whatsapp e viber

https://medshoretours.com


112 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti